L’acquisto e l’utilizzo di un pratico saturimetro

Nel momento in cui vogliamo munirci di un saturimetro sostanzialmente si tratta di uno strumento che ci permette di poter effettuare la saturimetria, conosciuta anche come pulsossimetria o ossimetria. Con un saturimetro possiamo misurare il livello di saturazione dell’ossigeno nel sangue, e può fornirci anche quel dato relativo alla frequenza cardiaca. Proprio per questo motivo prende il nome di ossimetro o pulsossimetro, non è solo uno strumento utilizzato per ragioni mediche, ma viene utilizzato dagli atleti o anche dalle persone che hanno una serie di disturbi che in questo modo possono tenere sotto controllo i valori dell’ossigeno.

Di base è un dispositivo di tipo medico quindi spesso viene utilizzato solo dai professionisti, ma possiamo dire che negli ultimi anni è stato via via acquistato sempre di più da diverse persone, anche per essere utilizzato da soli in casa e avere un’idea di questi livelli di ossigeno. Questo dispositivo ha una sonda specifica per la saturimetria, questa sonda può essere messa a contatto con la persona. Nella maggior parte dei modelli di saturimetro che troviamo in commercio la sonda specifica ha una forma di una pinza, può essere posizionata su un dito oppure anche sul lobo dell’orecchio per riuscire ad effettuare la misurazione. E’ uno strumento che viene utilizzato anche nei neonati, dove la pinza verrà applicata al piede per non infastidire eccessivamente il bambino. Oltre alla sonda del saturimetro possiamo trovare anche il corpo macchina che andrà a fare poi l’elaborazione dei dati che vengono raccolti, quest’ultima ci fornisce quindi il risultato finale su un display LCD, display che possiamo anche gestire tranquillamente con i vari tasti. Con il passare degli anni il pulsossimetro è diventato di sicuro uno di quegli strumenti molto più utilizzati ma anche molto più compatti, quindi sono dispositivi di piccole dimensioni e leggeri, possiamo anche portarlo tranquillamente in borsa e utilizzarlo dove si vuole.

Il motivo per cui spesso utilizziamo questo saturimetro è per conoscere nello specifico la saturazione dell’ossigeno nel sangue, che è un valore davvero importante da conoscere in alcuni casi. Se soffriamo di alcune patologie specifiche, riuscire a conoscere sempre in pochi secondi questo valore è davvero essenziale. La saturazione parlando in termini tecnici fa parte di tutta una serie di indici ematici principali che ci consentono anche di individuare problematiche di funzionalità respiratoria. Per conoscere i vari modelli e anche i costi di questi dispositivi cliccate sul sito seguente.